l tema dell’edizione 2020 di MaldiPalco è mutuato direttamente da Turgenev che a metà ‘800 titolò così un suo romanzo che poneva per la prima volta in modo esplicito e prepotente il problema del conflitto generazionale. Restando alla letteratura potremmo considerare Turgenev un punto di inizio e Amèlie Nothomb un punto di arrivo con il suo romanzo del 2012 “Uccidere il padre” (anche se ci aveva già pensato Edipo).

La successione tra generazioni è elemento centrale dell’evoluzione dell’umanità e del suo progredire nel tempo. La “trasmissione” di informazioni, conoscenze e competenze è un processo generalmente faticoso e irto di ostacoli dove le individualità mettono in gioco tutte le loro forze per rompere schemi o per resistere. Padri e Figli va innanzitutto inteso in senso lato, comprendendo anche le differenze di genere tra uomo e donna e può essere analizzato non solo in ambito familiare ma attraversando tutti quei percorsi di evoluzione e di cambiamento che generano inevitabilmente contrasti.  Le fratture e le fughe in avanti che siano familiari, legate a percorsi artistici, a competizioni che riguardano la ricerca scientifica, che modifichino gli equilibri di potere, portano inevitabilmente in sé qualcosa di traumatico. Il conflitto genera sempre lacerazioni e lascia incomprensioni, parole non dette, rivendicazioni. Lascia sempre vincitori e vinti.

Questa vuole essere semplicemente una traccia per sollecitare e indirizzare progetti di spettacolo che sappiano leggere il presente, capire le dinamiche dei rapporti tra persone, creare occasioni di condivisione di pensieri. L’edizione 2020 comprenderà spettacoli, dibattiti e residenze artistiche.

Chiediamo ai giovani attori/attrici che si candideranno a sviluppare il proprio progetto produttivo di aderire a questo tema e di mettere il proprio talento al servizio di una modalità di spettacolo che recuperi la capacità di collegare pensieri, convinzioni, riflessioni intorno al nostro difficile presente.

A chi si rivolge:

MaldiPalco si rivolge ad artisti singoli, attori ed attrici under 32 non strutturati in gruppi e/o compagnie, con istanze espressive nuove, supportate da una solida preparazione tecnica.

Generazioni a confronto | Un nuovo modello di residenza

Lo strumento di selezione sarà una call articolata in tre fasi che porterà 4 candidati ad essere inseriti, con un riconoscimento economico, all’interno della rassegna MALDIPALCO che avrà luogo dal 19 settembre all’ 11 ottobre 2020.

La rassegna alternerà i giovani artisti selezionati con alcuni nomi di professionisti del panorama teatrale nazionale. L’obbiettivo è creare un ambiente, all’interno del quale i 4 giovani artisti under 32 selezionati abbiano l’opportunità di costruire i loro progetti di spettacolo, confrontarsi con figure riconosciute della scena artistica e presentare i loro monologhi/assoli di fronte al pubblico, a operatori e critici.

Non essendo un concorso, non si prevede la proclamazione di un vincitore, ma tenendo conto delle valutazioni e degli esiti, Tangram Teatro si riserva di segnalare uno tra i lavori presentati.Il coinvolgimento di operatori del settore, chiamati ad assistere alla rappresentazione dei lavori selezionati si impegna a creare scambi di conoscenze utili affinché possano nascere rapporti ed opportunità di lavoro. L’edizione 2019 sarà inoltre realizzata in collaborazione con TPE – Teatro Piemonte Europa che metterà a disposizione il Teatro Astra per la presentazione dei lavori dei finalisti.

Invito:

Tangram Teatro, in collaborazione con la Regione Piemonte, Città di Torino e TPE – Teatro Piemonte Europa, rivolge dunque l’invito a proporre un monologo o assolo che sarà presentato all’interno della rassegna MaldiPalco 2020 il  giorno 4 ottobre 2020 a Torino al Teatro Astra.

MaldiPalco 2019 è rivolto ad attori/attrici under 32 con il preciso intento di dare visibilità e opportunità ai giovani talenti.

Scadenza presentazioni domande: 27 MARZO 2020

CONDIZIONI E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE > https://www.tangramteatro.it/maldipalco-2020