Descrizione

Questo spettacolo parla di violenza contro le donne. Femminicidi, stupri e violenze domestiche hanno una caratteristica comune che si fonda sul rapporto tra uomo e donna e che vanno oltre le inclinazioni violente del singolo. E’ e rimarrà una violenza di genere. La pièce è strutturata in dialoghi e monologhi, e anche se questi ultimi riguardano la storia di donne diverse, vanno a formare un’unica successione, perché tutte le storie di violenza hanno caratteristiche comuni.

La Sala d’attesa è una sorta di limbo dove un gruppo eterogeneo di donne si ritrova ad aspettare sempre qualcosa di diverso. Tutte queste donne sono state vittime della violenza degli uomini ma non ne hanno memoria. Nel processo di recupero dei loro ricordi acquisiranno la consapevolezza necessaria per lasciare la sala d’attesa.

Informazioni

Autore: DE RUVO STEFANIA
Lingua: ITALIANO
Anno stesura: 2016
Premi: Testo vincitore del Primo posto nella sezione teatro inedito al Premio internazionale “Città di Castrovillari poesia, prosa, arti figurative e teatro 2017” organizzato dalle Associazioni Culturali Khoreia 2000 e Mystica Calabria. Primo posto al Premio letterario nazionale “Città di Mesagne” XV ed. sezione Inedito teatrale organizzato dalla Associazione culturale “Solidea 1 utopia”. Premio speciale per il teatro, prima edizione intitolato a Dante Gagliani, Città di Mesagne. Terzo posto al Premio Letterario “Angelo Musco” XI ed. Accademia internazionale “Il convivio” Giardini Naxos (CT) Finalista (1 dei 6) del Premio Letterario “InediTo 2017” XVI ed. di Colline di Torino (TO). Finalista (6° posto) al Premio Letterario “Martucci - Città di Valenzano” XV ed. Valenzano (BA)
Numero degli atti: DUE
Personaggi maschili: 0
Personaggi femminili: 6
Testo tutelato dalla SIAE: Si

Scarica il copione