Base

Ruolo

Professionista

Nome

Elisabetta

Cognome

Aloia

Data di nascita

2 Settembre 1979

Sesso

Femmina

Professione

Attore

Città di residenza

Mola di Bari

Città di riferimento

Bari

CV

Download file

Biografia

ELISABETTA ALOIA

Attrice, pugliese per metà siciliana.
Ha studiato presso il CUT di Perugia-Teatro Stabile dell’Umbria con Massimiliano Civica, Ludwig Flaszen e Roberto Ruggieri.
Ha approfondito la sua formazione artistica sotto la guida di Paolo Panaro della Compagnia Diaghilev.
Ha studiato con Massimo Verdastro da cui è stata diretta nel “Sogno di una notte di mezza estate” di W. Shakespeare, “SATYRICON-Un kolossal da camera” da Petronio e ne “La dodicesima notte” di W. Shakespeare.
Ha seguito corsi di Claudio Morganti, Enzo Vetrano e Stefano Randisi, Francesca della Monica, Danio Manfredini, Rita Frongia, Giorgio Barberio Corsetti, Roberto Castello, Balletto Civile, Accademia degli Artefatti, Marco Martinelli, Jurij Ferrini, Damiano Nirchio, Virginio Gazzolo, Salvatore Marci.
Diretta da Giuseppe Sollazzo ne “Il giorno in cui ci siamo incontrati non ci siamo riconosciuti” prodotto dalla Compagnia Diaghilev.
Ha lavorato con Enzo Vetrano e Stefano Randisi ne “La Città Invisibile” per i Cantieri dell’Immaginario del 2013.
Ha lavorato con Fibre Parallele, Teatro di Ariele, Teatro delle Rose, Teatroinsieme, Altradanza, Teatro d’oggi.
Ha lavorato come consulente con Xforming Srl di Torino, per interventi di formazione nell’ambito del Teatro d’Impresa.
Dal 2015 entra a far parte del Libero Gruppo di Studio d'Arti Sceniche LGSAS, sotto la direzione di Claudio Morganti.
Dal 2009 lavora con la Compagnia Diaghilev occupandosi anche di corsi di formazione.
Collabora con altre realtà del territorio pugliese come la Compagnia Acasa, Senza Piume Teatro e l’Associazione Culturale In Scena.
È interprete e regista dei monologhi “Si Faceva chiamare Giovanni”, “La Ianara” tratto dall’omonimo romanzo di Licia Giaquinto, “E quello, il pesce, alla fine si è vendicato!” di cui è anche autrice.