Descrizione

Nel 2020 ricorrerà il 250° anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven. Il Quartetto Chagall, legato a Beethoven fin dai primi anni della propria attività, intende celebrare questa ricorrenza con un programma così articolato: in apertura, il Quartetto op. 18 n. 4, il primo brano foriero di successi per il quartetto triestino ed una delle composizioni del periodo “giovanile” del compositore di Bonn; dunque un quartetto dedicato al grande Maestro da Felix Mendelssohn Bartholdy, il Quartetto op. 13 n. 2: esso nasce qualche mese dopo la morte dell’omaggiato Compositore e presenta non celate citazioni ai suoi ultimi quartetti; la proposta si chiude con il Quartetto op. 131 di Beethoven, una delle “opere tarde”, composto un anno prima della morte, del quale Mendelssohn, in una lettera all’amico Lindblad datata febbraio 1828, scrisse: «Hai visto il suo nuovo […] quartetto in do diesis minore? Cerca di conoscerlo, per favore! […] Le relazioni reciproche dei quattro movimenti e delle loro parti in una Sonata, il cui segreto si può riconoscere da subito per il solo fatto che un tale brano esiste, tutto ciò deve entrare nella musica. Aiutami a realizzarlo!»

Informazioni

Compagnia: Quartetto Chagall
Produzione: Propria
Anno del debutto: 2019